domenica 3 novembre 2013

FIDANZAMENTO E MATRIMONIO




FIDANZAMENTO E MATRIMONIO

 

In una lettera inviata ad un quindicinale nell’angolo della posta dei lettori, un venticinquenne domandava:
 
 "Sono fidanzato e si parla ormai di matrimonio.
 
Diversi miei amici hanno già un matrimonio fallito alle spalle.
 
Allora mi chiedo:
 
sposarsi sì, ma ne vale la pena?".
 
La risposta, data da una coppia con diversi anni di matrimonio, è lunga ed articolata, ma contiene alcuni suggerimenti utili a tutti.

"Anche noi siamo stati in crisi, e già al primo anno.
 
Dobbiamo dire grazie a qualcuno che ci ha fatto capire (o meglio ci ha fatto vedere) che l’amore si fa, non si aspetta;
 
si dona, non si pretende.
 
Nessuno infatti è più libero di chi, nonostante tutto, sceglie di amare.
La reciprocità di un amore così prepara momenti altissimi di comunione tra gli sposi;
 
ma è una reciprocità che non si può dare per scontata, non ci si può appoggiare ad essa e tanto meno pretenderla.

Se gradisci, ti regaliamo tre piccole regole che sono un po’ il segreto di una vita così:
 
sembrano elementari, ma sono di una profondità abissale.
 
Primo: ama tua moglie come te stesso;
 
il "come" è fondamentale, è il primo passo per uscire dalla trappola dell’egoismo.
 
Secondo: ama per primo;
 
questo è bellissimo, è la caratteristica dei figli di Dio, che infatti è Colui che ama per primo.
 
Terzo: impara a "farti uno" con lei.
 
Che vuol dire?
 
Vuol dire vivere l’altro, dimenticandoci di noi per riempirci delle istanze e delle attese dell’altro.



È una sintesi semplicissima di una infallibile "arte di amare" che ha salvato il nostro e tanti matrimoni.
 
E non chiederti più come andrà a finire...sarà un’avventura meravigliosa".


Il secondo percorso viene dato da un brano del discorso del Papa fatto durante la visita pastorale in Francia a migliaia di giovani coppie radunate nel Parc du Memorial di Sainte Anne d’Auray in Bretagna, suscitando apprezzamenti da tanta parte della stampa laica francese ed di altre nazioni.

Nessun commento:

Posta un commento