lunedì 2 dicembre 2013

LA CASTA DEI MAGISTRATI




LA CASTA DEI MAGISTRATI
 
 
I magistrati italiani percepiscono DOPO 15 ANNI uno stipendio medio annuale di 122.000 € ovviamente a carico della collettività.
 
I magistrati italiani hanno 51 giorni di ferie, cioè 10 settimane e un giorno di vacanza. Record mondiale.
 
E con quale pensione, dopo 40 anni di servizio, vanno
 
a riposo le toghe? È un mistero.
 
Un esperto del ramo ritiene che la cifra media sia di 8.000 € nette al mese con una liquidazione di 400 mila €.
 
I magistrati lavorano male, sia per cause esogene - mancanza di strutture adeguate, di supporti informatici di organici insufficienti delle strutture di supporto - ma anche per cause endogene, ovvero una buona parte lavora poco e male.
 
Del resto se l’associazione magistrati giudica che l’ipotesi del cosiddetto processo breve che prevede un tempo massimo di sei anni per giungere alla definizione di una causa non sia un tempo sufficiente, noi come cittadini siamo spaventati.
 
Noi come cittadini che si rivolgono alla giustizia per avere conforto per un torto o per un danno dobbiamo dare per scontato che dovremo attendere più di sei anni per avere soddisfazione?
 
Oppure se siamo in attesa di giudizio per una imputazione di reato che ci vede innocenti dovremo sottostare a queste forche caudine per più di sei anni per vedere riconosciuta la nostra innocenza?
 
Non lo reputo né accettabile né giusto.
 
Pertanto consiglio la categoria di fare un profondo ed articolato esame di coscienza e di non arroccarsi nella torre d’avorio che si è costruita e di scendere tra di noi gente comune.
 
Parliamo poi dei privilegi dei magistrati amministrativi (TAR Consiglio di Stato, Avvocati dello Stato) che dopo essersi aumentati lo stipendio, con una semplice delibera interna, di ben 50.000,00 euro l’anno lavorano 4 o 5 giorni al mese e fanno solo due udienze al mese.
 
Ma c’è chi si dedica alla pittura, chi ai viaggi (anche all’estero, senza chiedere ferie), chi  trova doppi o tripli incarichi, anche fuori ruolo. Il tutto condito, di fatto, da circa tre mesi ferie l’anno

Nessun commento:

Posta un commento