giovedì 31 luglio 2014

DISPOSIZIONE SOPRANNATURALE



DISPOSIZIONE SOPRANNATURALE

Questa disposizione, che deve essere sempre soprannaturale e quindi sostenuta dalla grazia attuale, può essere o remota o prossima. 

E’ remota, se avviene antecedentemente all’infusione della grazia santificante; 

se invece avviene con l’infusione della grazia santificante, si dice preparazione ultima.

Ora questi atti ultimamente preparatori, che sono atti del libero arbitrio, che fanno proprio parte del processo della giustificazione, questi due atti ultimamente o prossimamente preparatori, secondo la dottrina comune dei tomisti e dello stesso S.Tommaso, sono meritevoli, cioè meritano non certo la grazia, perchè quella c’è già. 

Infatti la prima vita  è gratuita, ma meritano la vita eterna.

Ci sono già i primi atti dell’uomo giustificato, c’è già il merito della vita eterna. 

S.Tommaso divide i due effetti della grazia: 

effetto della grazia operante è la giustificazione, effetto della grazia cooperante è il merito. 

Tuttavia il merito, in maniera molto significativa c’è anche nella grazia autrice della giustificazione.

Articolo Primo. 

La giustificazione consiste nella remissione dei peccati? 

Esiste il fatto della giustificazione e coincide con il fatto di ricevere la remissione dei peccati? 

S.Tommaso si pone la domanda proprio in questi termini, per chiarire una duplice possibile giustificazione: 

la giustificazione, così come sarebbe avvenuta, se l’uomo non avesse peccato, e la giustificazione così come di fatto avviene, dato che l’uomo si trova sotto l’influsso del peccato delle origini. 

Nessun commento:

Posta un commento