sabato 26 luglio 2014

PARTI INFERIORI E SUPERIORI



PARTI INFERIORI E SUPERIORI


Poi un altro ordine che c’è in noi è quello di sottomettere le parti inferiori dell’anima alla parte superiore, cioè alla ragione. 

C’è quasi un parallelismo tra microcosmo e macrocosmo: come Dio deve essere sovrano sull’uomo, così la ragione deve essere sovrana sulle passioni.

L’ordine immanente all’uomo, doveroso da realizzare nell’uomo, è l’ordine di sottomissione della parte inferiore della nostra umanità alla parte superiore. 

Così pure il corpo deve sottomettersi all’anima. 

Si instaura così questo complesso ordine: l’ordine dell’uomo a Dio e l’ordine interiore all’uomo.

E in questo senso si parla di giustizia nel contesto della giustificazione. 

Tale giustizia, nonostante abbiamo fatto una deviazione attraverso Aristotele, coincide molto bene con il concetto biblico, cioè la giustizia nel senso biblico. 

Il giusto nella Bibbia è l’uomo santo.

Cioè l’uomo ordinato in sè e appartenente a Dio, o meglio ancora, l’uomo aderente a Dio santifica se stesso.

Quindi, il termine della giustificazione è questo ordine doveroso per l’uomo, il quale deve realizzare se stesso. 

Quest’ordine possiamo definirlo in termini biblici come santità, la quale si attua sia come sottomissione a Dio, sia come sottomissione della parte inferiore dell’uomo a quella superiore. 

Nessun commento:

Posta un commento