lunedì 29 settembre 2014

GRAZIA E GIUSTIFICAZIONE



GRAZIA E GIUSTIFICAZIONE
Nel prologo di Giovanni



«Della sua pienezza infatti noi tutti ricevemmo e grazia su grazia; poiché la legge fu data per mezzo di Mosè, la grazia e la verità divennero realtà per mezzo di Gesù Cristo» (Gv 1,16-17). 

Troviamo qui una prima contrapposizione. 

A Mosè viene riconosciuta la mediazione nel dono della legge. 

Ma questa viene considerata come qualcosa di inferiore alla grazia, con l’aggiunta della verità, dono ottenuto per mezzo di Cristo. 

C’è dunque un passaggio, un superamento da Mosè a Cristo ed è determinato dal binomio grazia-verità. 

E’ sintetizzato qui l’ampio dibattito che accompagnerà tutta l’esistenza apostolica di san Paolo proprio in ordine alla giustificazione, cioè al rinnovamento interiore soprattutto, dell’uomo peccatore. 

Nessun commento:

Posta un commento