mercoledì 25 febbraio 2015

PASTORALE LITURGICA DEL TRIDUO


Pastorale liturgica del Triduo


La catechesi del triduo pasquale deve metterne in evidenza l'intima unità culminante nella veglia. 

Il venerdì e il sabato dovrebbero essere, nella misura del possibile, giorni di digiuno, di raccoglimento e di preghiera (cf Cal. Rom. 20).

L'eucaristia del giovedì santo, che ha come tema centrale l'istituzione del mistero eucaristico stesso e il gesto di Gesù che lava i piedi dei suoi discepoli, visti sullo sfondo del tradimento e della agonia, 

è una celebrazione di per se stessa orientata alla consumazione del mistero pasquale ed atta ad introdurre i fedeli alla sua celebrazione. 

Segue, al termine, l'adorazione del Santissimo Sacramento, dove deve essere favorita la meditazione silenziosa.


La celebrazione non-eucaristica del venerdì (liturgia della Parola, venerazione della croce e comunione) ha come scopo di far penetrare più profondamente nella meditazione e nella partecipazione del mistero pasquale e di preparare alla veglia.

Nessun commento:

Posta un commento