venerdì 27 maggio 2016

SACRAMENTI DEL SERVIZIO



SACRAMENTI DEL SERVIZIO

Man mano che cresciamo e diventiamo grandi, ci troviamo sempre più spesso a fare delle scelte; quando non siamo ancora adulti, sono i nostri genitori ad aiutarci a scegliere, poi pian piano siamo noi a farle da soli, ad esempio la scelta degli amici, della scuola da frequentare, dello sport da praticare, del lavoro che faremo.

Dio ci dona dei tesori preziosi, tante doti, qualità e capacità che non dobbiamo tenere solo per noi o addirittura seppellirle sottoterra! 

Qualsiasi cosa decideremo di fare, Dio ci chiede di impiegare quei doni come meglio possiamo, mettendoli anche al servizio degli altri (da qui il nome Sacramenti del Servizio). 

Crescendo e diventando adulti, ci troveremo davanti tante strade da poter seguire, strade che segneranno un passo fondamentale nelle nostre vite. Vediamo quali sono questi ultimi due Sacramenti.

ORDINE SACRO - 

Gesù ha chiamato i suoi discepoli perché diventassero pescatori di uomini e diffondessero i suoi insegnamenti, battezzando, celebrando l’Eucaristia e perdonando i peccati. 

Anche oggi Gesù chiama alcune persone a lasciare tutto quello che hanno per seguirlo più da vicino e per prendersi cura di tutti i fedeli, proprio come fa il pastore con le pecorelle della parabola che abbiamo letto.

È una chiamata molto speciale! Chi la sente nel cuore, chiede di ricevere questo Sacramento, per donare completamente la propria vita a Dio. Ricevono questo Sacramento i diaconi, i sacerdoti e i vescovi.

MATRIMONIO - 

Nel libro della Genesi leggiamo che Dio ha creato l’uomo e la donna, mettendo nel loro cuore il desiderio di amarsi tra loro. Il Sacramento del matrimonio è una vocazione di amore.

Gli sposi si donano l’uno all’altra per tutta la vita, perché Dio ha voluto che questa unione fosse unica e inseparabile. Essi si scambiano le promesse matrimoniali e ricevono la benedizione di Dio, tramite il celebrante.

Questo Sacramento è il segno della presenza di Gesù in mezzo a due persone che si amano e che decidono di stare insieme per sempre. 

Li accompagnerà lungo tutto il cammino del matrimonio, aiutandoli nei momenti difficili e facendo festa nei momenti felici. Dio chiama gli sposi a fare della propria famiglia una piccola chiesa domestica, dove regni la disponibilità, la collaborazione, la pazienza, il perdono, l’ascolto e l’accoglienza.


Non è sicuramente un caso che il primo miracolo che Gesù ha fatto sia proprio durante un matrimonio: 

le Nozze di Cana, dove ha trasformato l’acqua in vino perché gli sposi e i loro amici potessero continuare a fare festa per la nuova famiglia che era appena nata. Gesù ha fatto una bellissima promessa a coloro che lo pregano non in solitudine, ma uniti nell’amore: 

“Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro”.

sabato 7 maggio 2016

SACRAMENTI DELLA GUARIGIONE



SACRAMENTI DELLA GUARIGIONE


Questi Sacramenti sono due e con essi facciamo l’esperienza dell’amore di Dio, che non ci abbandona mai. 

Ci sta vicino quando stiamo male e ci sentiamo indifesi, ci riabbraccia quando abbiamo commesso degli errori e gli chiediamo perdono. I due Sacramenti di guarigione sono:

RICONCILIAZIONE (o CONFESSIONE) - Vi ricordate la parabola del Padre Misericordioso, che perdona il figlio non appena questo ritorna a casa? Ecco: anche noi con questo Sacramento viviamo questa esperienza, l’esperienza del perdono. 

Dio ci fa riflettere, ci invita a guardare dentro il nostro cuore e a vedere i nostri errori, ci dona il desiderio di ritornare tra le sue braccia, proprio come ha fatto il figlio della parabola che abbiamo letto. Anche se noi sbagliamo e lo facciamo soffrire, Dio non ci lascia mai soli! Ci aspetta sempre a braccia aperte, perché desidera che noi torniamo a Lui. 

Attraverso il sacerdote apriamo il nostro cuore e raccontiamo in segreto i nostri errori, chiedendo perdono. Egli ci libera dai peccati che abbiamo commesso e di cui abbiamo dimostrato un sincero dispiacere. 

Questo Sacramento possiamo riceverlo ogni volta che vogliamo: quando sentiamo di aver sbagliato e ci dispiace per quello che abbiamo fatto, possiamo andare a confessarci, chiedendo perdono e saremo di nuovo riabbracciati da Dio Padre.

UNZIONE DEGLI INFERMI - La sofferenza è una grande prova per l’uomo, ma anche in questo caso Dio non ci lascia da soli. 

Il dolore può essere fisico, a causa di qualche malattia, a volte anche grave; ma sappiamo che esiste anche il dolore spirituale: ci sono persone che soffrono tanto anche senza essere malate, a causa di situazioni difficili, magari per la morte di una persona cara o per altri motivi.

La sofferenza e il dolore ci fanno capire che noi abbiamo dei limiti, siamo fragili e abbiamo bisogno dell’aiuto degli altri.

Ci sono molti modi per affrontare la sofferenza: possiamo chiuderci in noi stessi, non parlare con gli altri, odiare Dio, continuare ad essere tristi... oppure possiamo imparare dal dolore, comprendere quanto è importante la nostra vita e riscoprire che siamo Figli di Dio e che da Lui possiamo trovare conforto al nostro dolore.


Sappiamo quanto Gesù fosse vicino ai malati e quante volte li abbia guariti, compiendo anche dei miracoli. 

Gesù stesso ha sofferto terribilmente sulla croce per tutti noi. Con questo Sacramento non chiediamo un miracolo, ma la forza di sopportare la nostra sofferenza, la forza di portare anche noi la nostra croce. 

Questo Sacramento può essere richiesto ogni volta che ne sentiamo il bisogno.

mercoledì 4 maggio 2016

QUALI SONO I SACRAMENTI?


Quali sono i Sacramenti?

Abbiamo visto che sono sette, ora vediamo come vengono raggruppati.

SACRAMENTI DELL’INIZIAZIONE CRISTIANA

Con questi Sacramenti entriamo a far parte della grande famiglia cristiana, ci permettono di conoscere sempre meglio Gesù e ci donano la forza di poter portare il suo messaggio a coloro che ci stanno accanto. Questi Sacramenti sono i seguenti:

BATTESIMO - 

È il primo Sacramento che riceviamo ed apre la porta a tutti gli altri Sacramenti. Attraverso il Battesimo veniamo accolti nella famiglia di Dio, la Chiesa

Normalmente viene dato ai bambini molto piccoli, sono la mamma e il papà a richiederlo per loro; accade però che vengano battezzate anche persone adulte, che ad un certo punto della loro vita decidono di avvicinarsi a Gesù. 

Questo Sacramento si può ricevere una sola volta, segna una tappa importante nella vita di un bambino (o di un adulto) e non è necessario ripeterlo perché è permanente, proprio come un colore indelebile che non può essere lavato via.

EUCARISTIA (o COMUNIONE) - 

È il Sacramento che riceverete per la prima volta il prossimo anno. Sappiamo che per poter vivere e crescere abbiamo bisogno di mangiare e di bere. Anche noi cristiani, per poter crescere nella fede, non possiamo fare a meno dell’Eucaristia. 

È il dono più grande che Gesù ci ha fatto: il dono di averlo realmente presente, sempre, con il suo Corpo e il suo Sangue, che per noi sono rappresentati dal pane (particola) e dal vino che vengono consacrati durante la messa.

Abbiamo già visto che questo Sacramento è stato lasciato ai suoi discepoli da Gesù la sera del Giovedì Santo durante la sua Ultima Cena.

Questo è il mio corpo... Questo è il mio sangue... Fate questo in memoria di me”. Così noi lo ricordiamo durante ogni celebrazione e come vedremo la Consacrazione è il momento più importante di tutta la messa. 

Questo Sacramento possiamo riceverlo ogni volta che partecipiamo alla Santa Messa, anche ogni giorno.

CONFERMAZIONE (o CRESIMA)


Con questo Sacramento riceviamo un dono importantissimo per ogni cristiano: lo Spirito Santo. 

Abbiamo visto che lo Spirito Santo è presente in ogni Sacramento, infatti viene invocato sempre prima di celebrarli, ma in questo caso è particolarmente importante perchè, come per i discepoli e Maria il giorno di Pentecoste, ci dona la forza di seguire Gesù e di portare il suo messaggio agli altri. 

Con questo Sacramento possiamo diventare, quindi, testimoni di Gesù e dei suoi insegnamenti. Con esso confermiamo la nostra fede e siamo capaci di proclamarla con la nostra stessa voce. 

La Confermazione è uno di quei Sacramenti che si possono ricevere una volta sola e segna un momento importantissimo nella vita di un cristiano.