venerdì 27 maggio 2016

SACRAMENTI DEL SERVIZIO



SACRAMENTI DEL SERVIZIO

Man mano che cresciamo e diventiamo grandi, ci troviamo sempre più spesso a fare delle scelte; quando non siamo ancora adulti, sono i nostri genitori ad aiutarci a scegliere, poi pian piano siamo noi a farle da soli, ad esempio la scelta degli amici, della scuola da frequentare, dello sport da praticare, del lavoro che faremo.

Dio ci dona dei tesori preziosi, tante doti, qualità e capacità che non dobbiamo tenere solo per noi o addirittura seppellirle sottoterra! 

Qualsiasi cosa decideremo di fare, Dio ci chiede di impiegare quei doni come meglio possiamo, mettendoli anche al servizio degli altri (da qui il nome Sacramenti del Servizio). 

Crescendo e diventando adulti, ci troveremo davanti tante strade da poter seguire, strade che segneranno un passo fondamentale nelle nostre vite. Vediamo quali sono questi ultimi due Sacramenti.

ORDINE SACRO - 

Gesù ha chiamato i suoi discepoli perché diventassero pescatori di uomini e diffondessero i suoi insegnamenti, battezzando, celebrando l’Eucaristia e perdonando i peccati. 

Anche oggi Gesù chiama alcune persone a lasciare tutto quello che hanno per seguirlo più da vicino e per prendersi cura di tutti i fedeli, proprio come fa il pastore con le pecorelle della parabola che abbiamo letto.

È una chiamata molto speciale! Chi la sente nel cuore, chiede di ricevere questo Sacramento, per donare completamente la propria vita a Dio. Ricevono questo Sacramento i diaconi, i sacerdoti e i vescovi.

MATRIMONIO - 

Nel libro della Genesi leggiamo che Dio ha creato l’uomo e la donna, mettendo nel loro cuore il desiderio di amarsi tra loro. Il Sacramento del matrimonio è una vocazione di amore.

Gli sposi si donano l’uno all’altra per tutta la vita, perché Dio ha voluto che questa unione fosse unica e inseparabile. Essi si scambiano le promesse matrimoniali e ricevono la benedizione di Dio, tramite il celebrante.

Questo Sacramento è il segno della presenza di Gesù in mezzo a due persone che si amano e che decidono di stare insieme per sempre. 

Li accompagnerà lungo tutto il cammino del matrimonio, aiutandoli nei momenti difficili e facendo festa nei momenti felici. Dio chiama gli sposi a fare della propria famiglia una piccola chiesa domestica, dove regni la disponibilità, la collaborazione, la pazienza, il perdono, l’ascolto e l’accoglienza.


Non è sicuramente un caso che il primo miracolo che Gesù ha fatto sia proprio durante un matrimonio: 

le Nozze di Cana, dove ha trasformato l’acqua in vino perché gli sposi e i loro amici potessero continuare a fare festa per la nuova famiglia che era appena nata. Gesù ha fatto una bellissima promessa a coloro che lo pregano non in solitudine, ma uniti nell’amore: 

“Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro”.

Nessun commento:

Posta un commento