venerdì 2 dicembre 2016

IL CONSIGLIO


IL CONSIGLIO

Il termine consiglio deriva dal latino (consulere) e vuol dire ‹‹decidere››. Nella Bibbia, la parola consiglio significa per lo più progetto. (I popoli non comprendono il consiglio del Signore).

Su ogni uomo Dio ha un progetto; egli chiama ciascuno a realizzare qualcosa di unico e irripetibile: Dio non fa mai fotocopie!

Il Suo progetto su di noi non è un’imposizione, è invece una proposta di collaborazione con Lui. Dio sa qual è la via per la nostra riuscita nella vita, per la realizzazione piena della nostra personalità. Se noi la comprendiamo, l’accogliamo, ci impegnamo a seguirla, diventiamo autentici e veri, unici e irripetibili.

Molti uomini, al giorno d’oggi, mettono al centro di tutto il proprio io, dando spazio al solo individualismo ed egoismo; sono sicuramente pronti a ricevere dagli altri, ma non sono ugualmente pronti a donare se non ricevono qualcosa in cambio, della serie: ogni cosa ha un prezzo.

A livello religioso, molti non sentono il bisogno di Dio, della Sua parola e del Suo Consiglio. Eppure, se ci pensiamo, quando viviamo un momento di difficoltà sentiamo il bisogno di aggrapparci a qualcosa, ci sentiamo fragili e soli: capiamo di aver bisogno degli altri, e soprattutto di Dio.

È molto prezioso il dono del Consiglio: ci porta sicurezza, fiducia, speranza, ci aiuta a prendere le giuste decisioni, a progettare il nostro futuro.

Ognuno di noi ha grandi capacità e potenzialità. 

Non dobbiamo sprecare le nostre risorse, dobbiamo invece fruttificarle al massimo, realizzando nel modo migliore il progetto di Dio su di noi. Non dobbiamo preoccuparci: in questa grande impresa non siamo soli: c’è lo Spirito Santo proprio con il dono del Consiglio. 

Noi, poi, capaci grazie a lui di accogliere i consigli, diventiamo capaci di consigliare i nostri fratelli.

Attraverso il dono del Consiglio, lo Spirito Santo ci suggerisce quello che dobbiamo fare e dire in ogni momento della nostra vita, non solo nelle situazioni importanti e difficili. 

Ovviamente dobbiamo mettere da parte il nostro voler decidere da soli (non ho bisogno dell’aiuto di Dio), solo così lo Spirito Santo agisce su di noi e ci rende capaci di scelte piene d’amore.

Ci aiuta a scegliere tra il bene e il male, a distinguere qual è la volontà di Dio e quale invece quella degli uomini.
Se accogliamo questo dono, diventeremo delle persone giudiziose e piene di buon senso, delle persone da prendere come esempio e a cui chiedere buoni consigli.

Il Consiglio è un dono per: scegliere la strada giusta rispondere alla voce di Dio collaborare con Dio realizzare un grande progetto

IL DONO DEL CONSIGLIO 

S e è necessaria una matura riflessione prima di prendere una decisione, è altrettanto necessario, quando la decisione è presa nella luce dello Spirito Santo, passare prontamente all’azione, perché - come dice un proverbio – “la strada del poi arriva alla città del mai”Non sprecare pertanto le tue risorse! Dio ci ha tanto amati da chiamarci tutti ad un grande volo. Consigliati con lo Spirito, e parti!


In sintesi il dono del Consiglio ci dà la capacità di discernere gli avvenimenti, facendoci prendere le decisioni opportune e aiutandoci ad essere perseveranti. 

In questo modo ci guida verso la strada giusta, che ci porta alla realizzazione del progetto di Dio. Lo Spirito Santo, in un certo modo, si fa nostro consigliere per guidarci verso il nostro vero bene, facendoci superare le situazioni di stallo e di insicurezza, e le situazioni che, sul piano umano, appaiono difficili e insuperabili. Ci dà, poi, la possibilità di giudicare nel giusto modo, cioè con verità e prudenza, e non secondo le apparenze.

Nessun commento:

Posta un commento