martedì 10 gennaio 2017

LA SCIENZA


LA SCIENZA

La parola scienza deriva dal latino (scire) e significa ‹‹conoscere››. 

Questa parola può rivestire diversi significati: la scienza come frutto della ragione umana che tenta di scoprire le leggi del mondo che ci circonda; la Scienza come dono dello Spirito Santo. 

La prima si limita a ciò che si può vedere e toccare, non può andare oltre: non tiene conto di Dio. Certo la scienza è veramente un aspetto importante perché apporta il progresso e la conoscenza (ma solo in alcuni ambiti); la scienza però non può tutto e non ogni sua conquista è buona; inoltre non risponde alle domande fondamentali che si pone l’essere umano: chi siamo, da dove veniamo e dove andiamo? 

Non è in grado di dire nulla sul senso della vita e su dove andremo quando terminerà la nostra vita terrena. Secondo la scienza noi non siamo altro che una piccola parentesi tra due nulla: il nulla prima di nascere e il nulla dopo la morte.
L’uomo ha bisogno anche della Scienza dono dello Spirito, che apre la mente e il cuore al mistero di Dio. È una scienza diversa e speciale, che non rifiuta il significato del termine come viene inteso oggi, semplicemente ha un respiro più ampio.

Il profeta Isaia (Is. 11, 2) per esprimere questo dono usa il termine ‹‹Conoscenza››, e nella Bibbia conoscere può assumere anche il significato di amare (Gn. 19,8 sacrificio delle figlie per salvare degli uomini – Mt. 1, 25 Giuseppe accetta per amore un figlio non suo).

Pensiamo a quanto amore provano le mamme verso i loro figli. Se si vuole capire una persona, bisogna per prima cosa amarla.

Il dono della Scienza illumina la nostra mente e il nostro cuore per conoscere bene Dio e le sue creature. Rivediamo un attimo San Francesco d’Assisi, lui fa una straordinaria esperienza del dono della Scienza: le creature sono un richiamo di Dio, prezioso specchio di Lui per l’uomo.

Tutto il creato è fondamentalmente buono, perché voluto da Dio, ma dobbiamo ricordarci che sono dei mezzi, non dei fini. Non possono dare la felicità perfetta, piena e definitiva; non possono sostituirsi a Dio.

Dell’Intelletto abbiamo detto che ci fa intuire le verità, la Scienza ci dà la capacità di vedere le cose come le vede Dio, con gli occhi della fede.

Ci dona la capacità di conoscere e capire le cose e di usarle per il bene, per incamminarci verso Dio. Riusciamo a capire che tutte le cose ci sono state donate da Lui affinché potessimo vivere e avere tutto quanto ci serve per costruire un mondo migliore. 

È un sapere che non può essere appreso solo sui libri.

In una cultura sempre più laica e atea che vuole escludere Dio perché di Lui non ci sono prove scientifiche, la Scienza si rilancia come strumento di cammino verso Dio, dando alla conoscenza umana la capacità di fare il salto verso l’assoluto e accettare quello che non siamo in grado di comprendere.
Lo Spirito Santo ci dona la scienza per aiutarci a scoprire il perché delle cose.

Attraverso questo dono veniamo a conoscenza e siamo in grado di capire chi ha bisogno di noi e del nostro aiuto.
La Scienza è un dono per: avvicinarsi a Dio crescere nel bene costruire un mondo nuovo servire il bene dell’umanità

I L DONO DELLA SCIENZA 

Chi ama capisce meglio, capisce prima, capisce di più. Certe notizie le dà solo il cuore Perché le persone non si imparano: Si comprendono.
Perché solamente chi ama ha il diritto di educare; solamente chi abbraccia può essere guida. Anche Dio lo comprendi solo se ti innamori di Lui.

In sintesi il dono della Scienza dona al cristiano la capacità di conoscere a fondo le cose, cogliendo in esse l’impronta di Dio. Pertanto, la Scienza ci permette di scrutare e approfondire, con meraviglia e stupore, la verità della creazione, perché è un’investigazione su ciò che ci circonda, aiutandoci a partire dal creato per arrivare a Dio.


La Scienza è una conoscenza che apre il cuore, poiché genera amore e rispetto verso le cose conosciute, in quanto si riconoscono parte di un unico disegno uscito dalle mani di Dio, in cui ogni cosa ha un ruolo importante per il bene comune.

Nessun commento:

Posta un commento